Privacy Policy

Uno dei motivi per cui, una persona che ha intenzione di investire sulla formazione e quindi sul proprio futuro, debba scegliere il corso di Alta Formazione in Ricerca Clinica Missione CRA, è che innanzitutto fornisce una panoramica completa della ricerca clinica, mondo ancora poco conosciuto soprattutto in ambito universitario.

Il corso ti offre l’opportunità di metterti in gioco, scoprendo le varie dinamiche che caratterizzano questo settore. Inoltre, con questo corso ottieni la giusta strategia per diventare più competitivo nella ricerca del lavoro, avendo acquisito anche maggiore consapevolezza delle tue potenzialità.

Andando sulla prima pagina del sito www.missionecra.com hai la possibilità di scaricare la brochure dei corsi e avere tutte le informazioni per capire ciò che distingue le diverse versioni dei corsi Missione CRA, così fai la tua scelta!

Decidi di partecipare al corso perché hai una gran voglia di imparare nuove nozioni e confrontarti con altre persone che, come te, mettono alla prova se stessi, pronti per conoscere il mondo della ricerca clinica.

missione CRA


Il punto è, quale versione del corso Missione CRA scegliere? Classic o Extended?

Ogni versione del Missione CRA, prevede gli argomenti richiesti dal DM del 15.11.2011. Abbiamo infatti fatto un copia ed incolla dal decreto che richiede di trattare almeno 40 ore di formazione su argomenti specifici della ricerca clinica.

I corsi (sia Classic che Extended) prevedono sostanzialmente due moduli.

Il primo è trattato dalla Dott.ssa Carla Polimeni (Quality Assurance e Training Manager della CRO di Bologna Yghea) che svilupperà i seguenti argomenti:
–    Metodologia della sperimentazione clinica;
–    Linee guida ICH-GCP;
–    Qualità nella sperimentazione clinica;
–    Linee guida per il trattamento dei dati personali nell’ambito delle sperimentazioni cliniche di medicinali;
–    Principi di farmacovigilanza;
–    Direttiva Europea come integrazione alla ICH-GCP per la conduzione di studi clinici e sua attuazione;
–    Normativa di base per la sperimentazione clinica;
–    Good Manufacturing Practice (GMP)_Annex 13.

Il secondo modulo è svolto da me, e tratterò le seguenti tematiche:
–    Le visite del CRA presso il centro sperimentale;
–    Feasibility – Studi di fattibilità;
–    Pre-study visit (detta anche Site Qualification Visit);
–    Essential documents;
–    Source Document, Source Data e Source Data Verification;
–    Site Initation Visit (detta anche Site Training Visit);
–    Site Monitoring visit;
–    Drug Accountability;
–    Close Out Visit.

Questi argomenti, che vengono sviluppati in un arco di tempo che va a ricoprire le 40 ore di formazione, come da decreto, rientrano sia nella versione Classic del corso che nella versione Extended.

Inoltre, entrambi i corsi prevedono la revisione del tuo CV e della cover letter, ricevendo utili consigli su come muoversi una volta terminato il corso.

Come ulteriore supporto in questa fase così delicata, alla fine del corso, verrai inserito all’interno di un canale telegram dedicato ai corsisti del Missione CRA, in cui vengono segnalate numerosissime posizioni lavorative per figure entry-level e dati utili suggerimenti.

Allora cosa fa la differenza?

Innanzitutto le ore di formazione! Il corso Missione CRA Extended prevede 8 ore di lezione in più rispetto al Missione CRA Classic (per un totale quindi di 48 ore).

Avrai quindi la possibilità di approfondire alcuni argomenti (per esempio gli Essential Documents), e di seguire un training più dettagliato per trovare le tue opportunità nel settore farmaceutico e dove riceverai indicazioni utili e consigli preziosi per poter migliorare il tuo piano d’azione nella ricerca del lavoro.

Inoltre, si pone l’attenzione su alcune parti pratiche, per esempio workshop su come identificare un centro sperimentale, su come firmare il cosiddetto “Site Delegation and Responsibility Log” e sulla “Drug Accountability”.

E ancora, scegliendo la versione Extended del corso Missione CRA, hai la possibilità di seguire una sessione di coaching in inglese incentrata sulla comunicazione durante un colloquio di lavoro.

In queste 2 ore, una trainer esperta ti dirà le strategie da attuare per acquisire maggiore consapevolezza e quindi affrontare al meglio un colloquio di lavoro. I miei corsisti sostengono che sia un vero e proprio valore aggiunto!!

Quindi le 8 ore in più del corso Missione CRA Extended, rendono completa la formazione acquisita durante le 40 ore di lezione teorica, e rappresentano pertanto, un vero e proprio trampolino di lancio per tuffarsi nel nuovo mondo della Ricerca Clinica.

Di Anna Sorrentino

A dicembre 2015 presso la sede della CRO Yghea a Bologna si è svolto il corso di alta formazione in ricerca clinica di Missione CRA. In quest’edizione il corso era strutturato nella versione part-time ovvero era suddiviso in due settimane con tre giorni di lezione ognuna, per un totale di 48 ore (come da D.M. 15/11/2011).

Durante i primi tre giorni gli studenti sono stati accolti dalla dott.ssa Carla Polimeni (Q.A. presso Yghea) la quale ha illustrato come si sarebbe strutturato il corso e come si sarebbero suddivisi gli argomenti durante le due settimane. La dottoressa ha iniziato facendo una panoramica su come è strutturato lo sviluppo di un farmaco e le fasi che lo compongono: fase preclinica e fase clinica (0, 1, 2, 3, 4) ed è su quest’ultima che è stata posta maggior attenzione, approfondendo cosa viene fatto in ogni step, come e a chi viene somministrato il farmaco ed il perché è importante compiere tutto questo iter correttamente.

Successivamente è stata data la definizione di GCP, come sono regolamentate ed esaminato chi sono gli attori principali che devono attenersi ad esse: Sponsor (a cui spetta il monitoraggio direttamente o tramite le CRO) , Sperimentatore, Comitato Etico e Documenti, analizzando per ognuno funzioni, responsabilità e normativa che li riguarda. Inoltre essi devono seguire degli elevati standard di qualità (garantiti dai reparti di QA, QC, QS) e per questo sono soggetti a periodiche visite di audit, monitoraggio ed ispezione.

Durante uno studio clinico è stata sottolineata l’importanza della tutela dei soggetti che ve ne prendono parte fornendogli la possibilità di prendervi parte o meno attraverso le informazioni fornite dallo sperimentatore e l’accettazione del consenso informato (che dev’essere capito e sottoscritto in ogni sua parte e che può essere revocato anche quando lo studio è in corso), il tutto viene fatto attraverso adeguate procedure etiche.

Inoltre sono state esaminate le normative che regolano uno studio clinico sia come direttive europee e sia come poi esse sono state recepite a livello nazionale.

Ospite di questa settimana è stata la dott.ssa Giulia Astrella (Local Clinical Operation Head di Novartis) la quale oltre a tenere una lezione su chi è il CRA per Novartis (il manager del centro di sperimentazione) ha anche condiviso con gli studenti il suo vissuto, la sua esperienza, il punto di vista dell’azienda farmaceutica ma soprattutto è stata una grande motivatrice per tutti gli studenti.

La seconda settimana ha visto come trainer il dott. Stefano Lagravinese (ideatore del Missione CRA, CRA freelance, CRA trainer…) il quale ha ripreso e approfondito quanto fatto nella prima settimana dandogli un taglio più pratico, grazie alla sua esperienza pluriennale nell’ambito della ricerca clinica.

Andando più nello specifico ha illustrato cosa sono le CRO, quali sono i possibili sbocchi professionali ed i ruoli e responsabilità associati ad ognuno di essi. In particolare si è parlato del lavoro del CRA, quali sono i requisiti richiesti, le competenze professionali e personali che deve possedere e soprattutto le funzioni che svolge. In particolare è stata accuratamente analizzata come si svolge l’attività di monitoraggio che prevede come step principali studi di Feasibility, Pre-Study Visit, Site Initiation Visit, Site Monitoring Visit, Site Close-out Visit ed invio dei documenti.

Sui documenti essenziali è stata posta particolare attenzione distinguendo quali sono, come e da chi devono essere compilati. Gli studenti hanno fatto degli esercizi pratici sulla compilazione di questi documenti dividendosi in vari gruppi e impersonificando i vari soggetti coinvolti in una sperimentazione clinica.

Valore aggiunto di questa edizione extended del Missione CRA è stato dato dalla trainer esperta di risorse umane che ha tenuto una interessante lezione d’inglese interfacciata al mondo del lavoro, dando consigli su cosa dire e come comportarsi ad un colloquio di lavoro, oltre a riversare grande motivazione in tutti i ragazzi.

A conclusione del corso tutti avevano le idee più chiare sulla strada da intraprendere ma soprattutto avevano la consapevolezza di aver gettato delle basi solide che gli avrebbero permesso di realizzare il loro futuro nella ricerca clinica.

 

Sull’autrice Anna Sorrentino

Sono laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, dopo la laurea ho lavorato come farmacista e successivamente l’interesse e la voglia di approfondire il settore della ricerca clinica mi hanno portato a frequentare il Master in Sviluppo Preclinico e Clinico del Farmaco presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma dove fra i vari settori e ruoli ho conosciuto la figura del CRA. Così ho deciso di saperne di più partecipando, presso la sede della CRO Yghea, al corso di alta formazione Missione CRA che mi ha fornito importanti conoscenze sia teoriche che pratiche sul mondo della ricerca clinica e sul ruolo del CRA oltre che a trasferirmi una forte passione per questo settore.

Sono ora fortemente motivata ad entrare in questo settore!

Il corso di alta formazione in Ricerca Clinica n. 1 in italia, che ad oggi ha formato più di 150 giovani professionisti, diventa per l’occasione più lungo di 8 ore per dare la possibilità di focalizzarsi su ciò che, in fin dei conti, conta maggiormente:
L’approccio alla ricerca del lavoro.
|
Sì, obiettivo primario del corso è trasmettere competenze, e su quello, è indubbio, ci riusciamo ed anche bene (vedi una delle recensioni in basso, una a caso!). Ma a noi del “Missione CRA” ci piace dare vero valore, ci preoccupiamo quindi non solo dell’ “ora” (farti acquisire competenze tecniche), ma anche del “poi“.
 |
–> “Cosa faccio dopo il corso?”
–> “Troverò lavoro?”
 |
Spesso qualcuno me lo chiede anche durante le sessioni di coaching gratuite che faccio per capire se il Missione CRA fa al caso tuo o no.
Ovviamente la risposta che fornisco sempre è:
non ho la sfera di cristallo
 |
né ti posso garantire che dopo il corso troverai lavoro nonostante diversi partecipanti, di fatto, dopo il corso con nostra estrema gioia lo trovano questo “dannato” lavoro!
 |
Tornando a noi, dopo la fatidica risposta “non ho la sfera di cristallo” ci tengo sempre ad aggiungere un “ma”. Infatti, quello che ti garantisco è che dopo il corso avrai più consapevolezza di chi sei e di come spendere al meglio la tua professionalità in un contesto a te sconosciuto come lo è il mondo della ricerca clinica, che tu sia un neolaureato o un professionista con anni di esperienza in un altro campo.
|
Del resto proprio nel Missione CRA Extended ci focalizziamo molto sull’approccio “ricercare lavoro in maniera efficace“. Infatti, nelle 8 ore in più che abbiamo, cerchiamo di focalizzarci non solo sui compiti del CRA, ma anche su argomenti caldi del tipo:
  • Come far trasparire le mie qualità nel CV? (durante il corso tra l’altro ti rivedo il CV proprio per questo motivo)
  • Come creare una lettera di presentazione efficace? (Idem, anche in questo caso, te la rivedo e correggo io)
  • Cosa cercano in una risorsa entry-level?
  • Come faccio ad essere maggiormente appetibile alle aziende?
  • E, importantissimo, come gestire un colloquio di lavoro? (in questo caso abbiamo un trainer esperto in risorse umane che tiene un intervento di 2 ore in inglese su come affrontare un colloquio di lavoro!)
Se deciderai di partecipare a questa edizione, ti renderai conto che puoi fare molto di più, e che in fin dei conti non sei molto lontano da quello che l’azienda vuole. Devi solo fare quello che nel marketing viene chiamato “re-branding“, ovvero rilasciare una nuova versione di te, oserei dire una tua versione 2.0! 🙂
  |
Forse Alessia Fidoamore (ha partecipato alla versione Extended tenutasi a Marzo a Roma) riesce ad esprimere meglio questo concetto con la sua recensione:
Consiglierei il corso Missione CRA perché rappresenta un’ottima occasione di crescita formativa sia dal punto personale che professionale. Consente di ampliare le proprie prospettive, grazie allo scambio di informazioni che si stabilisce con i compagni di corso e con gli stessi organizzatori. Seppure in un così breve lasso di tempo, attraverso una vera e propria full-immersion nella Ricerca Clinica, vengono forniti i principi fondamentali relativi alle tematiche trattate. Inoltre il coaching, personalizzato, incentrato sul miglioramento del proprio cv, permette di fare un’autoanalisi accurata, al fine di capire quali sono i punti di forza e come usarli ed esaltarli al meglio e di individuare i punti deboli, su cui lavorare.
 |
In pratica, non esagererei dicendoti che ti aiuterei a “fabbricare una porta” 🙂
(tra l’altro è quello che realmente mi piace di più fare!)
13007182_1793296884231778_7646910626928243859_n
Se ti iscrivi entro questa settimana al corso di alta formazione Extended Part Time che inizia il prossimo 12 Maggio, puoi ancora saldare il corso in due rate! Inserisci i tuoi dati su questa pagina web per scaricare la brochure del corso:
www.missionecra.com
|
Hai ancora dei dubbi sulla tua partecipazione al corso?
Inserisci qui i tuoi dati per parlare con me e per capire se davvero il “Missione CRA” fa al caso tuo:
www.missionecra.com/contattami
Ci sono ancora pochi posti liberi (solo 5!).
 |
Un’ultima cosa: se ancora non lo hai fatto, vedi le ultime videotestimonianza sul Missione CRA che ho caricato sulla pagina Facebook del Missione CRA. La puoi vedere qui: www.facebook.com/missionecra
Ti conviene tenere d’occhio questa pagina perché negli ultimi mesi sto cercando di dare tanto valore a chi mi segue.
 |
Ciao e a presto da Stefano Lagravinese
 |
PS: se non mi conosci ancora di persona, qui mi presento e ti spiego perché partecipare al corso di alta formazione in Ricerca Clinica n. 1 in Italia!

 

 

************************************************
LE ULTIME TESTIMONIANZE PER TE
************************************************
Le testimonianze della versione “Extended” di 48 ore (comprendeva 2 ore di inglese e più parti pratiche):
Consiglio il corso di alta formazione in ricerca clinica “Missione CRA”:
1) per conoscere ed approfondire gli argomenti utili per entrare nel mondo della ricerca clinica.
2) per comprendere il ruolo del CRA e quelli ad esso connessi
3) per toccare con mano l’attività del CRA
4) per avere suggerimenti utili sulla stesura di un CV ed una cover lettera
5) per avere suggerimenti sulla preparazione di un colloquio
6) per essere motivato e darti la possibilità di credere di più nelle tue capacità
Francesca Dell’Orfano
  – – – X – – –
Consiglierei il corso Missione CRA perché chiarisce ruoli e compiti delle diverse figure che lavorano nel mondo della ricerca clinica, fornisce una solida preparazione teorica aggiornata sulla legislazione in materia di studi clinici con attenzione alle diverse responsabilità. Un valore aggiunto sono le esercitazioni pratiche che aiutano a simulare situazioni reali in cui può trovarsi un clinical monitor. Nella versione part-time extended vengono fornite utilissime indicazioni sulla redazione del  curriculum vitae e su come affrontare i colloqui di selezione nelle CRO.
Laura Santangelo
– – – X – – –
Non importa quanto all’inizio una persona possa essere interessata alla ricerca clinica, quello può essere solo l’input che può portarti a scegliere di seguire questo corso, ma, a mio modesto parere, questo corso offre molteplici nozioni che possono essere utili a chiunque voglia entrare nel mondo del lavoro, a prescindere che sia nella ricerca clinica o meno.
Corso ben organizzato, materiale didattico completo, grande professionalità da parte degli insegnati, strutturato in modo adeguato dividendo la parte teorica dalla pratica. Assolutamente consigliato a chiunque e non solo a chi è strettamente interessato alla ricerca clinica.  

Federica De Cosmi
 – – – X – – –
Beh quali motivi?….. ho incontrato persone meravigliose come compagni di classe! Ho capito di avere un valore che non conoscevo e siete stati proprio voi insegnati che mi avete aperto gli occhi. Mi avete dato un punto fermo da cui partire ed orientare un futuro che non pensavo mi appartenesse. Mi aveta dato la conoscenza e le basi che ricercavo, ma nessuno a lavoro mi aveva mai dato.
Serena Zorzi
 – – – X – – –
Corso veramente utile per chi vuole entrare nel mondo della ricerca clinica, i trainer sono preparatissimi e sempre disponibili a rispondere a tutte le innumerevoli domande che inevitabilmente vengono in mente durante l’esposizione degli argomenti trattati. Inoltre, la loro esperienza pratica di chi ha già lavorato molti anni nel campo, è estremamente utile  perché permette di toccare con mano le problematiche reali che un CRA si troverà ad affrontare nella propria esperienza professionale. 
Andrea (il lunedì dopo il corso, Andrea ha sostenuto un colloquio a Roma e ora lavora già nel settore!)
Il corso Missione CRA mi ha fornito un’ampia panoramica di quelle che sono le varie fasi della ricerca clinica e delle normative che la regolano approfondendo gli aspetti riguardanti il ruolo del Clinical Monitor, sia da un punto di vita teorico che pratico, ma anche delle figure professionali connesse al mondo della ricerca clinica in modo tale da darmi la possibilità di capire quale potrà essere il mio futuro professionale. Questo è stato possibile grazie al contributo di tutor molto preparati e coinvolgenti che ci hanno trasmesso competenza e passione per il loro lavoro oltre che a motivarci nel credere in noi stessi e nelle nostre capacità! Lo consiglio! 
Anna Sorrentino
 – – – X – – –
Consiglierei il corso a qualcuno che sia interessato alla ricerca clinica e a lavorare nell’ambito della farmacovigilanza, perché a mio parere durante il corso vengono fornite gran parte delle informazioni utili per muoversi in questo campo.Durante il corso si ha modo di entrare nel vivo del lavoro del CRA, così da capire se è o meno il lavoro fatto ad hoc per te. Inoltre si parla ampiamente delle altre figure che lavorano nella ricerca clinica così da avere le idee più chiare sulle mansioni di ogni professionista e magari comprendere (anche solo per caso) qual’è la figura professionale che più ti entusiasma e meglio si adatta alla tua personalità. I trainer sono molto preparati e disponibilissimi a rispondere ad ogni dubbio o domanda di qualsiasi genere. Nel mio caso ho avuto la fortuna di capitare in una classe molto esuberante e si creato un bel clima di amicizia e condivisione. Se lo rifarei? Assolutamente sì.
Gloria Fiori
– – – X – – –
Il Missione CRA è un corso molto completo, forse l’unico in Italia, che fornisce una panoramica esaustiva sulla ricerca clinica. Oltre alla formazione teorica, basata su lezioni molto coinvolgenti e interattive, ci sono molte parti pratiche che aiutano a capire meglio i vari ruoli della ricerca clinica e come arrivare ad un colloquio preparati. Il corso è tenuto da persone molto preparate ed interessanti, colpisce molto la loro voglia di interagire e motivarci. Mi sento molto fortunata ad partecipato a questo corso, ora so quali sono i miei obiettivi.
A mio parere il corso Missione CRA è assolutamente consigliato se:
– sei interessato alla Ricerca Clinica
– hai voglia di approfondire gli aspetti teorici
– vuoi incontrare persone che lavorano in quest’ambito
– vuoi capire in modo pratico di che lavoro si tratta e quali figure professionali ci sono
– vuoi capire come migliorare il cv, prepararti ad un colloquio (e altre strategie molto molto utili)
– vuoi farti in generale un’interessante esperienza di vita (si conoscono persone davvero interessanti)
Anna Milani (ora CRA Trainee)
 – – – X – – –
Il corso è stato interessante, e nonostante la “”densa”” parte teorica che è la base per comprendere il mondo della ricerca clinica, ha sempre mantenuto un’impronta molto pratica grazie ai preparatissimi trainer, Carla e Stefano, che hanno saputo trasmetterci nozioni e un grande entusiasmo per questo lavoro e tutto ciò che concerne la ricerca clinica. Ho trovato molto utile anche l’intervento della docente di Inglese e sul come prepararsi ed essere motivati per affrontare un colloquio di lavoro.
Dopo questo corso, sono ancora più convinta che questa sia la carriera che fa per me.

Iolanda Bisogno
 – – – X – – –
E le testimonianze della versione full time Novembre 2015:
Il corso Cra è il modo concreto per avvicinarti al mondo della ricerca, è un primo step fondamentale, un trampolino di lancio , ti permette di chiarire molti aspetti che sicuramente ti sono ancora oscuri o credi particolarmente complessi da capire.
Nulla è irraggiungibile, ma lo potrai dire solo dopo aver frequentato il corso, ti dà entusiasmo, motivazione e ti permette di essere determinato nel raggiungimento dei tuoi obiettivi professionali nel campo della ricerca clinica.
Un grazie sincero a Stefano che ha reso possibile la partecipazione a questo corso, mente eccellente, ideatore di tutto e organizzatore impeccabile!
Letizia Sidella
 – – – X – – –
Consiglieri il corso perché apre una porta importante sulla professione di cra. È importante conoscere bene tutti gli aspetti sia teorici che pratici di una professione non molto conosciuta e sicuramente non compresa appieno in tutti i suoi aspetti. Carla e Stefano forniscono delle ottime basi sia teoriche che pratiche fondamentali per l’approccio al ruolo di clinical research associate. Sicuramente bisogna essere motivati per riuscire a penetrare efficacemente il mondo della ricerca clinica, avere delle persone che ti conducono letteralmente per mano fa sì che questa motivazione non solo si rafforzi ma divenga sempre più concreta fino a risolversi nel raggiungimento dello scopo prefissato ovvero: Diventare CRA!
Luigi Amendola
 – – – X – – –
Questo non è un corso da fare solo per soddisfare i famosi requisiti ministeriali. Sembra quasi un mini training aziendale. E’ un corso che ti fornisce solide basi teoriche e ti immerge con semplici esercizi pratici nella vita lavorativa del CRA. Alla fine non hai solo ottenuto un “pezzo di carta” ma hai davvero imparato cio’ che ti serve per presentarti meglio davanti al tuo futuro datore di lavoro e raggiungere efficacemente il tuo scopo: diventare CRA!
Carla è molto competente e ha creato da subito un ambiente incredibilmente cooperativo tra di noi e con lei. Questo si è tradotto in un maggiore arricchimento e scambio per tutti. Stefano è un vero trainer e motivatore e ci ha riempito di consigli estremamente utili e specifici per il nostro scopo di diventare CRA.
Vale assolutamente la pena di frequentare questo corso.

Elena Dalrio
– – – X – – –
Ti consente di avere un’idea chiara e solida sulla professione del CRA e sulle altre figure che gravitano attorno alla ricerca clinica. Può quindi essere un ottimo punto di partenza per chi si avvicina a questo mondo e ha intenzione di cercare la strada giusta per entrarci; si conoscono inoltre persone interessanti, magari con un background diverso dal tuo ma che condividono le tue stesse difficoltà e il tuo stesso obiettivo.      Utilissimi i consigli di Stefano per quanto riguarda la stesura del cv e della lettera di presentazione.  
Sabrina Remelli
 – – – X – – –
Mi son iscritta al corso, perchè avevo avuto modo di leggere l’ebook ma non mi bastava… ero curiosa di vedere di cosa si trattasse con precisione!
Se vuoi muovere i primi passi nella ricerca clinica ti consiglio di partire da qui, in quanto ritengo che il missione CRA sia utile non solo per il conseguimento delle 40 ore di formazione necessarie secondo decreto, quanto più che altro per i consigli utili/pratici e per i chiarimenti dispensati dai  2 trainer del corso. E poi se ti stai chiedendo se la ricerca  clinica sia davvero la strada giusta per te…bhè, post-corso potrai rispondere “si, assolutamente si!

Carmen Vico
 – – – X – – –
E’ un corso assolutamente utile e necessario per chi vuole entrare a far parte del mondo della ricerca clinica: in università nessuno ce ne parla e sembra quasi che dopo il conseguimento della laurea l’unica strada possibile sia il dottorato!
Ci hanno sempre parlato di fase I, II, III e IV ma nessuno parla mai del lavoro che sta dietro a queste varie fasi e all’importanza del lavoro delle varie figure professionali che operano per lo sviluppo di uno studio clinico.
Il corso ci ha finalmente aperto gli occhi e più andava avanti più capivo che c’era una sorta di “mondo inesplorato” che non aspettava altro che mi rimboccassi le maniche e darmi da fare per poterci entrare!

Cristian Fikri Kamel (ora Pharmacovigilance Associate in Pfizer)
 – – – X – – –
Missione CRA è uno dei passi fondamentali da fare per chi decide di entrare nel mondo della ricerca clinica. Un corso che in sole 40 ore ti fornisce, oltre ad un requisito di legge per diventare CRA, nozioni e informazioni fondamentali. Stefano e Carla sono degli insegnanti eccezionali, preparati e disponibili, che mettono a proprio agio in un ambiente giovane e informale.
Fondamentali i consigli pratici di Stefano!..solo quelli valgono la metà del prezzo del corso!
Vivamente consigliato!

Elisabetta Ferrante