L’esperienza di Laura, da corsista del Missione CRA ad Embrace Advisor per una Big Pharma

Caro Stefano,
La testimonianza video non è il mio forte, ho provato a fare un paio di riprese ma ho capito di non essere la star della scena.
Ho sempre pensato che le parole e i pensieri nel momento in cui vengono scritti prendono forma e così ho cambiato il mio piano iniziale e ho scritto un testo.

La mia storia è breve e non tanto diversa dalla media, sono laureata presso la facoltà di Farmacia di Torino e come tutti i neolaureati alla ricerca affannosa di un primo impiego dopo anni di studi mi sono lanciata in una prima esperienza presso una farmacia della mia cittadina. Per quanto il ruolo da farmacista sia interessante e stimolante, mi sono accorta che mi mancava qualcosa, volevo guardarmi oltre.

Allego l’immagine per far capire come si possa approssimativamente raffigurare nella mia testa il mio percorso lavorativo, come vedi sono consapevole che la strada non sia dritta e lineare.
A questo punto ecco quale sia stata la mia vera partenza lavorativa, il mio vero “via” verso il cambiamento.

L’esperienza di Laura, da corsista del Missione CRA ad Embrace Advisor per una Big Pharma
L’esperienza di Laura, da corsista del Missione CRA ad Embrace Advisor per una Big Pharma

Ho frequentato il corso Missione CRA di Stefano Lagravinese a Milano a marzo del 2019.
Sono arrivata carica di grandi aspettative e sete di conoscenza, è stato il mio primo approccio al famoso mondo al di fuori della farmacia e la ricerca clinica è sempre stata una bellissima terra da esplorare.
Il corso è stato assolutamente all’altezza delle mie aspettative: il materiale, le nozioni, il gruppo così intellettualmente stimolante e con una fame continua di sapere, il clima sereno, disponibile, ricco in molti aspetti.
Molti corsisti hanno già descritto nelle loro video interviste come fosse ben strutturato quindi non mi soffermerò su quello, ma vorrei far luce su quella parte del corso che mi ha davvero ispirato.

Sono tornata a casa determinata e Stefano lo aveva anche detto, surfate la cresta dell’onda dell’entusiasmo per fare colloqui, scrivere lettere e presentarvi perché come tutto nel tempo tende a svanire, quindi cogliete questa opportunità.
Così ho fatto, in quel momento non mi aspettavo niente, ma ero pronta a tutto, dopo aver affrontato l’ansia del parlare in pubblico, del farsi una autoanalisi per carpire punti di forza e diciamolo anche di debolezza, saper affrontare meglio i momenti di difficoltà e portarli a proprio favore; ecco cosa è successo: fine marzo 2019 il mio colloquio, inizio aprile 2019 nuovo lavoro presso grande azienda farmaceutica.

Non sono un CRA, un CTA o un Data Manager, sono una figura che si avvicina molto a quella dell’informatore farmaceutico. Ma tu, lettore, corsista, collega, sai già cosa ci sara dopo la prossima curva della tua carriera lavorativa? Io no, ma lavoro per costruire qualcosa che mi stia bene addosso e in un futuro il CRA potrà essere una nuova avventura.
Grazie per i preziosi spunti a tutto tondo che mi avete fornito.

Laura